Uniqlo viene a Barcellona, Carles Puyol e Verónica Blume come immagine

blume
L’azienda prepara il suo arrivo in città con il ‘Essenziale per la vita’,8 ambasciatori, locali che rappresentano la creatività territorio della capitale catalana

Confronti con Zara

zara
Dall’inizio dell’anno Uniqlo ha annunciato l’apertura del suo primo negozio in Spagna prima della fine del 2017, molto è stato scritto circa il gigante della moda giapponese. Dalle sue inevitabili confronti con Zara, la location scelta per il locale e il recente lancio del suo negozio online in Spagna. All’approssimarsi dell’inaugurazione del suo negozio, al numero 18 del paseo de Gracia a Barcellona, l’azienda ha presentato la sua campagna Essenziale per la vita, in otto partecipanti ambasciatori locali che rappresentano la creatività territorio della capitale catalana (la gastronomia, la musica, l’architettura, sport, film, arte e design).

Exfutbolista Carles Puyol

Il exmodelo Veronica Blume, gli attori Àlex Monner e Greta Fernandez, artista e architetto Oscar Tusquets, l’illustratore Amaia Arrazola, il dj, e l’attrice Laura Puty, e il presentatore, dj e chef Johann Wald sono i volti scelti dal brand per la loro campagna di lancio.

Uniqlo è la collaborazione con questo gruppo eterogeneo che vive a Barcellona, in modo che ognuno dica ciò che è la loro parte preferita della città, e anche oggetti preferiti di abbigliamento per vestire. Oltre alle fotografie (di cui 12 singole e una famiglia), la campagna include un fashion film in cui l’attore nominato per un Goya Àlex Monner e Greta Fernandez passare attraverso alcuni dei luoghi più emblematici di Barcellona, mentre fantasticare ciò che si dovrebbe fare se si ha avuto la città solo per un giorno.

puyon

A breve le interviste, che sono anche parte della campagna, i suoi protagonisti sono alcuni dei suoi nascosto, in modo che il exdefensa Barcellona riguarda la fotocamera, vestita con la linea di Uniqlo Sport, che è un esperto nel fare le tortillas e le t-shirt sono un capo che è più abbondante nel vostro armadio e che, per lui non passa mai di moda. Ogni ambasciatori per scegliere la campagna di “abbigliamento essentials” e spiega perché. Il exmodelo e oggi docente presso il suo studio di yoga nella città di barcellona, confessa che non è di ferro, il film che più volte si è visto è Flashdance, che si ottiene fuori di loro scatole che si aspetterebbe di mangiare e quello che non manca nel tuo guardaroba sono le basi (il marchio di casa Uniqlo).

Le principali linee di Uniqlo

uniqlo

(ULD, Merino extrafine, Jeans, Sport, Supima e Flanella) sono riportati da Barcellona più emblematici. Exfutbolista appare fotografato nel quartiere di Sarrià, dove oggi vive con la sua famiglia. Veronica Blume da Montjuïc. La stazione di Francia, il quartiere di el Born e l’Eixample, per le vie del quartiere Gotico e la spiaggia di Barceloneta sono alcuni degli scenari scelti. “Abbiamo un impegno con le comunità locali in cui siamo presenti, rigiéndonos dal principio di soggiornare in modo globale, ma senza dimenticare l’importanza dei locali”, ha spiegato l’azienda per la rivista GQ. È stato dimostrato anche per accompagnare il logo con la famosa tegola panot fiore caratteristica delle strade di Barcellona, che ha la sua origine nel quartiere di l Eixamnple (dove sarà il tuo negozio) ed è stato progettato dall’architetto modernista Josep Puig e Cadafalch.

Il cosiddetto Zara giapponese, nato a metà degli anni ottanta e oggi è diventato il fiore all’occhiello del gruppo Fast Retailing, ha aperto le sue porte il 20 settembre e i loro capi basic, funzionale, di qualità e sarà diviso da quattro piani e alcuni 1,730 metraggio quadrato della vostra officina. Con il Barcellona, Uniqlo ha più di 1.800 sedi in 19 paesi.